I poteri curativi dell’argilla

I poteri curativi dell’argilla

L’argilla è un rimedio naturale che vanta numerose proprietà benefiche. Veniva infatti utilizzata nell’antichità per curare la pelle e le infiammazioni articolari o muscolari e per le sue proprietà detossinanti.

Attualmente l’argilla viene utilizzata sia per uso interno che cosmetico o per applicazioni locali sulle varie zone del corpo.

E’ bene distinguere tra i vari tipi d’argilla per scegliere quella più adatta allo scopo:

argilla verde

deve il suo colore alla presenza di ferro bivalente. E’ l’argilla più utilizzata perché ha un elevato grado di scambio ionico e una buona plasticità.

Può essere grossolana, fine o ventilata (trattata con un potente getto d’aria che la separa dai piccoli granuli lasciando una polvere impalpabile, simile a cipria). E’ importante però che sia stata essiccata al sole e non in forno.

Per l’uso esterno sarà adatta quella fine (quella grossolana è più difficile da preparare), dalle proprietà antinfiammatorie e antidolorifiche utili sia in caso di pelle impura e acneica che per trattare traumi, contusioni e dolori articolari. Per uso interno si usa quella ventilata, trattata in modo da renderla sterile (pastorizzata e/o debatterizzata) e indicata per disintossicare l’organismo.

argilla rossa

contiene ferro trivalente ed è povera di alluminio. E’ molto assorbente, indicata per contusioni, ematomi e ascessi e per stimolare la circolazione sanguigna.

argilla bianca

ci sono diversi tipi di argille bianche, ad esempio il caolino o la bentonite (dal nome dei rispettivi luoghi d’origine). Sono caratterizzate da un’azione molto delicata e da spiccate proprietà cicatrizzanti ed antinfiammatorie che le rendono preferibili per realizzare maschere per il viso, anche in presenza di pelli delicate.

Maschera per il viso

In base al tipo di pelle, l’argilla dovrà essere mescolata ad altri ingredienti. Un esempio: infuso di malva per la pelle secca, succo di limone per la pelle grassa e olio essenziale di lavanda per la pelle normale. L’argilla e i relativi ingredienti aggiunti devono essere quindi mescolati insieme, aggiungendo acqua a temperatura ambiente, fino a creare una pastella (della densità di una crema) da applicare sulle parti interessate. Attendere che asciughi e quindi risciacquare.

Ricetta maschera purificante viso

In una ciotola versa 2 cucchiai abbondanti di argilla verde, unisci il succo di mezzo limone, e se hai la pelle particolarmente grassa e impura o acneica aggiungi un cucchiaino di comunissimo olio di oliva o qualche goccia di tea tree oil o olio di jojoba, quindi pian piano versa un pochino di acqua minerale e amalgama bene fino a sciogliere tutti i grumi e ottenere un impasto cremoso e medio-denso. Applica il composto su tutto il viso lasciando scoperti solo gli occhi e la bocca, e lascia agire fino a quando non si sarà completamente seccata e sentirai la pelle che comincia a tirare, ovvero per circa 20-30 minuti. Infine elimina la maschera semplicemente lavando il viso con acqua tiepida e poi con acqua fredda. L’ultimo passaggio con acqua fredda serve a restringere i pori.

Depurazione dell’organismo

Utilizzando solo ed esclusivamente argilla adatta per uso interno, reperibile in tutte le erboristerie, procedere bevendo tutte le mattine, a stomaco vuoto, un bicchiere d’acqua ed argilla preparato come segue: mescolare un cucchiaino (possibilmente non di metallo) di argilla in un bicchiere d’acqua. Lasciare risposare tutta la notte e berne l’acqua torbida il mattino seguente, avendo cura di lasciare sul fondo la mucillagine residua. La durata del trattamento può variare in base alle proprie esigenze e allo stato di salute.

Dolori articolari

Si tratta di un impacco a base di argilla calda. Dovrete mescolare 1 bicchiere di argilla ventilata, 1 cucchiaino di olio extravergine, ½ bicchiere di acqua calda e 1 cucchiaino di miele, con l’aiuto di un cucchiaio di legno. Quando avrete ottenuto un composto dalla consistenza cremosa, potrete applicarlo sulle articolazioni doloranti per 30-60 minuti. Si consiglia di praticare gli impacchi all’argilla per 1 mese, a giorni alterni.

Trattamento anticellulite

Gli inestetismi della cellulite, come la pelle a buccia d’arancia, possono essere attenuati grazie ad impacchi frequenti a base di argilla verde. Ciò che conta, è soprattutto la costanza. Dovrete preparare un composto spalmabile aggiungendo all’argilla verde dell’acqua a temperatura ambiente. Potrete aggiungere all’impacco piccole quantità di ingredienti considerati attivi contro la cellulite, come l’olio di betulla e l’olio essenziale di rosmarino o di geranio.

Detergente viso

Per ottenere un detergente per il viso completamente naturale potrete mescolare 1 cucchiaino di argilla verde, 1 cucchiaio di gel d’aloe, 1 manciata di farina di mandorle o di mandorle tritate, 2 gocce di olio essenziale di lavanda e alcune gocce di tonico per il viso eco-bio, in modo da ottenere un composto piuttosto solido. Basterà staccarne un pezzetto al momento dell’utilizzo, mescolarlo all’acqua del rubinetto sul palmo della mano e utilizzarlo sul viso come se si trattasse di un detergente a risciacquo o di un normale sapone.

Dentifricio in polvere

Per la preparazione del vostro dentifricio in polvere all’argilla verde dovrete tritare finemente e ridurre in polvere, con l’aiuto di un mortaio o di un mixer da cucina: ½ cucchiaino di argilla verde ventilata, 2 cucchiai di foglie di salvia essiccata, 2 cucchiai di bicarbonato (che si trova spesso tra gli ingredienti principali dei dentifrici comunemente in vendita), 5 chiodi di garofano. Potrete aromatizzare il dentifricio con 5 gocce di olio essenziale di menta o di limone. Otterrete un dentifricio ecologico dalle proprietà sbiancanti e igienizzanti. Per trasformare questo dentifricio in polvere in un dentifricio in pasta, potrete mescolarne una piccola quantità con del gel d’aloe, al momento dell’utilizzo.

Deodorante per i piedi

L’argilla viene talvolta impiegata come rimedio contro l’eccessiva sudorazione dei piedi, per tenere sotto controllo l’odore dei piedi. A tale scopo, l’argilla viene sfruttata anche per le sue proprietà antisettiche.

Meteorismo e gonfiori intestinali

L’argilla è in grado di assorbire buone quantità di liquidi e gas. A tale scopo, questa sostanza dalle innumerevoli proprietà può essere utilizzata anche per migliorare i sintomi di meteorismo (pancia gonfia), flatulenza, sindrome del colon irritabile ed altri disturbi che affliggono l’apparato gastrointestinale. Assunta per bocca sottoforma di compresse, l’argilla alleggerisce la tensione addominale abbinando alle proprietà chelanti un buon effetto antifermentativo ed astringente. A tale scopo, il caolino (argilla bianca) è particolarmente indicato poiché ricco di silice, alluminio ed altri sali minerali.

Maschera rilassante per la schiena

Alla maschera base (spiegata nel post precedente) aggiungete due cucchiai di infuso di fiori e foglie di Arnica montana e mescolate il tutto. A piacere si possono aggiungere 1 0 2 gocce di olio essenziale di Cannella o di Timo. La maschera va tenuta in posa per 15-20 minuti.

Cura delle unghie

Tra i rimedi naturali per chi si mangia le unghie e le pellicine troviamo i maniluvi all’argilla verde, che aiutano a lenire, ammorbidire e purificare la pelle. Potete provare ad immergere le mani per qualche minuto, ogni giorno, in un catino con dell’acqua tiepida, in cui avrete versato 2 cucchiai di argilla verde in polvere.

Mal di testa

Come comportarsi per alleviare emicrania e mal di testa? Anche in questo caso l’argilla verde può essere un prezioso aiuto. Applicate sulla fronte un composto preparato sciogliendo 2 o 3 cucchiai di argilla verde in acqua tiepida. Avrete ottenuto un cataplasma antidolorifico, che potrete rendere ancora più efficace arricchendolo con qualche goccia di olio essenziale di lavanda o di arancio dolce, entrambi noti per le loro proprietà rilassanti.

Occhi infiammati

Dovrete immergere due garze sterili piegate in quattro in una soluzione di acqua e argilla (da preparare lasciando riposare per 15 minuti un cucchiaio di argilla verde in un bicchiere d’acqua). Aggiungete all’acqua e argilla un infuso freddo di malva, eufrasia e camomilla. Quindi appoggiate sugli occhi le garze imbevute nell’impacco. Potrete ripeterne l’applicazione fino a 3 volte al giorno.

Lavaggi vaginali

In una bacinella versate dell’acqua tiepida ed un cucchiaino di argilla e mescolate. Con questa soluzione si possono fare sia dei lavaggi vaginali che delle irrigazioni. Per le irrigazioni è indispensabile fornirsi di un irrigatore vaginale. Dopo non è necessario sciacquarsi.

Pediluvi e maniluvi rilassanti

In una bacinella contente acqua calda versate un cucchiaio di argilla. Immergete i piedi e strofinateli uno con l’altro. Stessa cosa con le mani. Si possono aggiungere a piacere 1 o 2 gocce di olio essenziale di Melissa o Lavanda.

Bagni parziali

Ponete tre o quattro manciate di argilla verde (circa 80-100 grammi) sul fondo di una bacinella e riempitela di acqua calda integrandola con del sale marino integrale. Mescolate finchè l’argilla non si sarà sciolta. Questo composto può essere utilizzato in molti modi: clisteri, pediluvi e maniluvi, lavaggi vaginali e gargarismi.

Acidità di stomaco

L’argilla diluita in acqua va assunta tutte le mattine a digiuno per un mese. In questo caso è consigliato bere anche l’argilla sedimentata sul fondo del bicchiere, dopo avere mescolato l’acqua. Fate un impiastro con l’argilla verde e dell’olio extravergine di oliva e spalmatelo sullo stomaco. E’ da tenere per 30 minuti, ben coperto, e da ripetere tra volte alla settimana per un mese.

CONTROINDICAZIONI:

Argilla verde e controindicazioni

L’argilla verde ventilata è controindicata per chi ha problemi di allergia. In effetti sono piuttosto rare le forme di allergia all’argilla ma si consiglia di testare il prodotti prima su una piccola porzione di pelle.

Altra controindicazione riguarda l’impiego di farmaci. L’argilla a uso interno è sconsigliata per chi assume determinati farmaci in quanto potrebbe interferire con l’assorbimento dei principi attivi. Chiedete informazioni al vostro medico di fiducia.

Articoli correlati

RAFFREDDORE – Cause Psicosomatiche e Rimedi Naturali

RAFFREDDORE – Cause Psicosomatiche e Rimedi Naturali

Come guarire dalla CANDIDA, definitivamente e naturalmente

Come guarire dalla CANDIDA, definitivamente e naturalmente

I 9 rimedi della Nonna per depurare i reni

I 9 rimedi della Nonna per depurare i reni

Dolori Cervicali? Cause psicosomatiche ed Esercizi

Dolori Cervicali? Cause psicosomatiche ed Esercizi